June 2, 2017 Administrator 0Comment

Grande suspense per la proclamazione, domenica 4 giugno, del vincitore della sezione Giovani del Premio di Poesia Castello di Villalta 2017: la sfida, in programma dalle 18, vedrà protagonisti Carmen Gallo, per “Appartamenti o stanze” (Edizioni d’if 2017), Francesco Terzago per “Caratteri” (2016) e Francesco Maria Tipaldi con “Nuova poesia extraterrestre” (Carteggi Letterari – Le edizioni 2016).

Il Premio Giovani, alla 3^ edizione, affianca lo storico concorso nazionale Villalta Poesia con l’obiettivo di promuovere le proposte under 40 e i loro autori. L’associazione culturale che lo promuove è presieduta da Marina Gelmi di Caporiacco, la Giuria di Villalta Poesia Giovani è composta da Roberto Cescon, Azzurra D’Agostino, Tommaso Di Dio, Massimo Gezzi e Franca Mancinelli.

Ma la giornata di domenica 4 giugno sarà una festosa tenzone a base di versi nel segno della ‘generazione Z’, i nativi digitali che riscoprono il gusto della lirica grazie a Laboratorio Poesia Scuola, un progetto che ha impegnato studenti delle scuole Secondarie – in particolare – di UdinePordenoneTrieste e Bologna. Con l’edizione 2017, infatti, il Castello di Villalta Poesia Giovani ha inaugurato il Laboratorio Scuola attraverso veri e propri laboratori di poesia ideati per coinvolgere gli studenti nel confronto e dialogo intorno ai tre libri finalisti dell’edizione 2017. Domenica sarà così assegnato il Premio Speciale Studenti, che ha trasformato i ragazzi in ‘grandi elettori’ del libro finalista prescelto. Ma non basta:  i giovani si sfideranno anche a colpi di recensione dei libri finalisti, la migliore riceverà un premio in libri nel corso della cerimonia.

Conto alla rovescia, dunque, per l’annuncio del vincitore e per la festa di poesia ‘green’: si preannuncia appassionante la contesa fra le raccolte poetiche in gara che spaziano da “Appartamenti e stanze”, un testo dall’andamento teatrale in cui l’io si confonde col tu e con il ‘noi’, a “Caratteri”, che dipana il senso delle cose a partire dai dettagli e dalle ‘marginalità, a “Nuova poesia extraterrestre”, un libro coraggioso che si dipana in una lingua di provocatoria e spiazzante novità.

L’ingresso è aperto liberamente al pubblico.

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *